Lorenzo Cogo per “La Vita è Bella”

“Cucino ciò che amo, ciò che sento e come più mi piace

Senza dover seguire alcun canone o restrizione.

Tutto questo lo faccio ogni giorno, con passione.”

Febbraio 25, 2021

Lorenzo Cogo, classe 1986, il suo cognome, in dialetto veneto, significa “cuoco”: un cognome, un destino.

E’ proprio da qui che Lorenzo Cogo inizia la sua presentazione nell’intervista che gli abbiamo fatto per conoscere a fondo le sue passioni, le sue ambizioni e i suoi gusti culinari.

La collaborazione tra La Vita è Bella e Lorenzo Cogo nasce da una forte amicizia tra lo Chef e il nostro selezionatore di eccellenze Luca Canale che a detta di Lorenzo è uno dei suoi clienti più esigenti.

Insieme hanno assaggiato tutti i nostri prodotti per arrivare poi alla selezione di una serie di ingredienti con i quali Lorenzo ha deciso di realizzare per noi delle ricette sfiziosissime.

Il connubio tra l’enorme talento dello Chef e i nostri migliori prodotti ha dato vita ad un ricettario composto di ricette semplici ma allo stesso tempo molto ricercate, che possono essere riprodotte semplicemente nelle nostre cucine.

Questo è solo uno dei tanti progetti in cui Lorenzo Cogo è coinvolto con La Vita è Bella, presto arriveranno tutte le novità.

Se dovesse scegliere tra tutti il suo prodotto preferito, Lorenzo sceglierebbe i porcini sott’olio delle Langhe che vengono direttamente dal Piemonte.

Conosciamo meglio Lorenzo

Figlio e nipote di cuochi, intraprende questo cammino per pura passione ma con una grande determinazione nel raggiungere i suoi obiettivi prefissati.

Dopo la gavetta in alcuni ristoranti della sua zona e nella trattoria del padre, decide di intraprendere la strada della cucina internazionale passando da un continente all’altro e imparando le migliori tecniche dai migliori Chef del mondo.

Lorenzo, a soli 25 anni, un anno dopo l’apertura del suo primo ristorante nel piccolo borgo di Marano Vicentino, conquista la Stella Michelin diventando uno tra i più giovani Chef Stellati nel panorama italiano.

Nel maggio 2016, appoggiato da persone che sin da subito han creduto nel suo potenziale come persona e nel potenziale di El Coq, come importante ristorante nello scenario internazionale, si decide di chiudere nella campagna vicentina per trasferire il ristorante nel cuore del centro storico di Vicenza.

El Coq a Vicenza è il connubio perfetto tra la ricerca, la qualità e la sperimentazione culinaria con l’arte, la tradizione e la maestosità delle opere di Andrea Palladio, simbolo della città di Vicenza.